• Sebastian Giovinco è un giocatore della Juventus. I bianconeri, infatti, hanno appena riscattato il giocatore che lascia il Parma dopo due stagioni dove ha trovato la consacrazione mettendo a segno 23 gol e conquistato la Nazionale. La cifra dovrebbe aggirarsi intorno ai 12 milioni di euro. Bisognerà capire se ora Giovinco farà parte del progetto Juve o verrà utilizzato come pedina di scambio per arrivare a qualche giocatore, come Cavani. (sportmediaset.mediaset.it)
  • 12.45 - La trattativa Giovinco è agli sgoccioli. TuttoJuve.com ha ascoltato in esclusiva l'agente del fantasista, Claudio Pasqualin che ha commentato così: "Non posso ancora affermare che la trattativa Parma-Juve sia chiusa. Al momento non posso dire nulla, ma certamente la situazione è giunta al suo epilogo".
  • Manca ancora l'ufficialità, ma Sebastian Giovinco sarà presto tutto bianconero. A confermarlo è l'agente del fantasista, Andrea D'Amico, intervenuto ai microfoni di Sky Sport.

"Bisogna attendere la fine dell'incontro, aspettiamo che il tutto venga ufficializzato. Giovinco non è merce di scambio, ha fatto due annate molto importanti con la maglia del Parma e per lui sarà un onore rivestire la maglia della Juventus. Alla Juve lo stimano tutti, è un loro prodotto che vogliono riportare a casa. E' pronto per un grande palcoscenico. L'incontro tra Juventus e Parma? Avverrà nel pomeriggio, spero. Maxi Lopez? Nessuna novità, è un giocatore importante e determinato, vediamo cosa succederà".

  • Secondo alcune indiscrezioni raccolte dalla redazione di Tuttomercatoweb.com uno dei nodi da risolvere per il ritorno di Sebastian Giovinco alla Juventus è rappresentato dalla posizione di Stefano Beltrame, centrocampista classe 1993 della Primavera bianconera. La società piemontese vorrebbe infatti inserire il giovane nell'operazione con la formula della comproprietà, mentre il Parma punta all'acquisto a titolo definitivo.
  • "Giovinco piace sia a Conte che a Marotta, rientra nei loro piani. Oggi c’è l’incontro tra le due società Dopo due anni di continuità ha dimostrato il suo valore. La Lazio? Non c’è mai stato nessun contatto”. Sono le parole di Andrea D’Amico ai microfoni di Radio Manà Manà Sport. Durante la trasmissione ‘Buongiorno Calcio’, il procuratore di Giovinco spiega: “Finché non vengono formalizzate con un documento concreto tutte le parole, però rimane tutto così in stand by. In una grande squadra come la Juventus, ci sono pochi ruoli che hanno titolari fissi. Conte ruota molto i suoi attaccanti. La cosa fondamentale per Giovinco, però, - continua D’Amico - è quella di andare in una squadra che lo apprezzi per le qualità che ha. Il ragazzo ha fatto benissimo a Parma. Purtroppo in Italia c’è questo mal costume con i nostri talenti, tendiamo subito a dare più opportunità ai sudamericani piuttosto che hai nostri ragazzi”.
  • Sembra ormai essere tutto pronto per il ritorno, dopo 2 anni, di Sebastian Giovinco, trequartista-attaccante 25 enne, alla Juventus. Secondo indiscrezioni raccolte dalla redazione di "Tuttomercatoweb.com", infatti, nella tarda mattinata di oggi, Juve e Parma formalizzeranno l'accordo già raggiunto nello scorso weekend, accordo che prevede il riscatto del cartellino della "Formica Atomica" per 12,5 milioni di euro più la comproprietà di un ragazzo della Primavera, da scegliere tra Spinazzola, Chibsah, e Beltrame. Nell'affare, dunque, non sono rientrate contropartite tecniche appartenenti alla prima squadra, come ad esempio Pazienza, che sembrava piacere molto alla dirigenza del club ducale.
  • Ci stiamo avvicinando, oggi, "dovrebbe", essere il giorno del ricongiungimento tra la Juventus e Sebastian Giovinco. Il talentino di Beinasco dovrebbe (ribadiamo il condizionale) tornare alla casa madre e ricongiungersi con i vecchi amici Paolo De Ceglie e Claudio Marchisio. Una vecchia dorsale bianconera che si crea di nuovo. A detta di tutti, oggi sarà il Seba-Day. Per circa nove milioni più una contropartita il giocatore diverrà bianconero al 100%. La Juventus dopo due anni, lo riacquista con un esborso  di circa 5 milioni (al netto del prestito e di quanto incassato per la prima metà del cartellino). Un esborso importante, ma non eccessivo. Un esborso che però deve far riflettere il diretto interessato. Sebastian deve arrivare a Torino consapevole di valere come un top player, deve togliersi i panni della promessa per mettere quelli del campione. Il talento torinese ha tutto: colpi da campione, abilità sotto porta, tecnica, velocità. Deve dimostrare di essere un numero uno e non può permettersi di rimanere in seconda fila. La domanda che si fanno in tanti è: perché in nazionale sta dietro a Cassano e Diamanti? La risposta non c'è, la risposta la deve dare già dai prossimi allenamenti Giovinco, i tifosi bianconeri lo amano, ma da lui vogliono il grande salto, del resto la sua quotazione non ammette scuse.


0 commenti

Cerca per argomento